Decisioni dell'ordinario diocesano

Domanda

Egregio Prof. Cicatelli, ho notato che l'ordinario diocesano toglie le ore e le dà a suo piacimento senza una regola. Io, per esempio, che ho già 5 anni di servizio e ho sostenuto tutti gli esami del triennio e del biennio di specializzazione, ora sono in fase di Tesi per la magistrale. L'ordinario diocesano mi ha tolto 4 ore, le mie 4 ore della scuola primaria, e le ha date a un'insegnante che è solo al terzo anno di servizio e non ha nemmeno la laurea triennale. Da 23,30 settimanali sono passato a 19,30 settimanali. È possibile tutto ciò? Visto che è l'ordinario a decidere a sua discrezione, avrà valore il titolo o può fare come vuole non essendoci una graduatoria?
Grazie mille per l'attenzione.

 

Risposta

La discrezionalità dell'ordinario diocesano è assoluta, dovendo egli rispondere solo alla propria coscienza e al buon senso. Nel caso di scelte apparentemente singolari, sarebbe opportuna una spiegazione ai diretti interessati, anche se non c'è alcun obbligo. La proposta di nomina ad insegnanti privi del titolo andrebbe giustificata con la mancanza di candidati qualificati; e in ogni caso l'IdR senza titolo può essere assunto solo per supplenza, e il servizio non vale ai fini di una futura ricostruzione di carriera.

 

 

© Istituto Bernardi Semeria - Editrice Elledici P.I./C.F. 00070920053 - Tutti i diritti riservati • Privacy • Termini e condizioni
Il tuo Carrello
Utilizziamo i cookies per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle vostre scelte di navigazione in modo da offrirvi la migliore esperienza sul nostro sito. Inoltre ci riserviamo di utilizzare cookies di parti terze. Per saperne di più consulta la nostra Cookie Policy. Continuando a navigare sul sito, l'utente accetta di utilizzare i cookies.
OK
Il tuo Carrello