I Santi Sociali e il loro messaggio ai potenti del G7.

L'attività dei Santi Sociali torinesi come stimolo per il G7

Si segnala l'articolo di Alberto Carpinetti sulle sfide affrontate e i valori propagati da laici e religiosi illuminati del XIX e XX secolo.
Possono rappresentare l'agenda del vertice internazionale in corso.

CLICCA QUI PER LEGGERLO

Signori Ministri, se il G7 di lavoro, Industria e Scienza si sono svolti a Torino è anche perché questa città ha vinto negli anni con i suoi Santi Sociali le sfide del tempo, puntando su educazione, senso del dovere, gratitudine, integrazione come valore di crescita. Sono ricette che tutti capiscono e sono applicabili anche alle sfide del XXI secolo. Spesso la storia si ripete, si dice che l'umanità incorre negli stessi errori del passato. Chissà se questa non sia la volta buona per replicare quanto di buono la storia e la fede hanno fatto a Torino.

Ecco una breve raccolta bibliografica (clicca sui nomi)
sulle figure dei Santi Sociali torinesi:

COTTOLENGO

CAFASSO

MURIALDO

DON BOSCO

ALLAMANO

FRASSATI

VALFRE'

MARELLO

© Istituto Bernardi Semeria - Editrice Elledici P.I./C.F. 00070920053 - Tutti i diritti riservati • Privacy • Termini e condizioni
Il tuo Carrello
Utilizziamo i cookies per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle vostre scelte di navigazione in modo da offrirvi la migliore esperienza sul nostro sito. Inoltre ci riserviamo di utilizzare cookies di parti terze. Per saperne di più consulta la nostra Cookie Policy. Continuando a navigare sul sito, l'utente accetta di utilizzare i cookies.
OK
Il tuo Carrello