Bibbia TOB: a settembre in libreria la nuova edizione con la prefazione di Enzo Bianchi, priore di Bose



Bibbia Tob. Nuova traduzione Cei. (La) 



Bibbia Tob. Nuova traduzione Cei. (La) (ed. ril.)

 

Fin dalla prima edizione la "Bibbia TOB" (Traduction Oecuménique de la Bible) ha dimostrato che «oltre a tradurre insieme la Bibbia è possibile anche commentarla insieme», nello stupore per le innumerevoli concordanze tra le diverse confessioni cristiane, ma anche nell'onestà di riconoscere le divergenze. Il "progetto TOB" della ELLEDICI ha fatto conoscere in Italia tutta la ricchezza delle introduzioni e delle note della TOB francese sin dal 1976, ne ha tradotto nel 1992 gli aggiornamenti. E quest'anno, a settembre, manda in libreria una nuova edizione armonizzata con l'ultima traduzione della CEI. L'obiettivo: offrire in un unico volume uno strumento aggiornato e insostituibile: aggiornato con il nuovo testo Cei, insostituibile perché la Bibbia TOB rappresenta, a tutt'oggi, il punto di massimo consenso mai raggiunto nel campo dell'esegesi e dell'interpretazione tra biblisti di diversa confessione, cattolici, protestanti e ortodossi. La nuova "Bibbia TOB" viene proposta sia in formato rilegato sia in un più economico formato in brossura con la prefazione di Enzo Bianchi, priore di Bose. Ne abbiamo parlato con don Bruno Ferrero, fino all'estate 2009 direttore editoriale della ELLEDICI. 

Don Ferrero, quali sono le caratteristiche che contraddistinguono la Bibbia TOB?

La TOB, traduzione-commento che cattolici, protestanti e ortodossi hanno cercato di realizzare insieme, è una pietra miliare per il movimento biblico mondiale. Sul terreno del testo biblico le differenze fra le tre confessioni non sono sostanziali, piuttosto sono notevoli le divergenze sul legame fra Bibbia e Tradizione ecclesiale: ad esempio, gli ortodossi sono ancora più decisi dei cattolici nel tener conto della Tradizione. Ma nella TOB, per la prima volta, si è cercato di mettere in comune i vari punti di vista, sia nella traduzione dei libri biblici che negli apparati. Poiché naturalmente non potevamo riprendere la traduzione originale francese del testo biblico, già nella prima edizione Elledici abbiamo adottato quella dei vescovi italiani. E ora, appunto, per questa nuova edizione adottiamo l'ultima traduzione della Cei.

Che cosa può dirci degli apparati, invece?

Parliamo del pregio fondamentale della Bibbia TOB: le sue introduzioni e le sue note continuano a essere insostituibili. Fra le Bibbie più diffuse in libreria, la TOB rimane quella con l'apparato scientifico più accurato e nello stesso tempo meno discutibile, perché è il frutto di un lungo lavoro comune. Basta scorrere l'elenco dei collaboratori scientifici per rendersene conto, da Léon Dufour a de Vaux, da Cullmann a Benoit, da Boyer a Moity: sono i più grandi biblisti non solo di quegli anni, tanto che ancora oggi sono riconosciuti come maestri insuperati.

Il "cantiere" di questa nuova edizione Elledici ha riservato delle sorprese. Perché?

A dimostrare che la TOB era tra le migliori edizioni della Bibbia esistenti, se non la migliore, molte varianti TOB sono state accolte dalla nuova traduzione della Cei. Questo significa che, nella nostra nuova edizione, occorre modificare o rimuovere le note che segnalavano queste varianti ora accolte nella traduzione. In fondo tutto ciò è un riconoscimento del valore delle prime edizioni, ma ci ha costretti ad affrontare un lavoro redazionale più lungo.

A chi si rivolge in particolare la TOB?

Essendo rimasta assolutamente unica a livello internazionale per le sue introduzioni e il suo apparato di note (nessuno ad oggi è riuscito a unire un "parco autori" di questo livello) direi che è fatta per tutti coloro, sacerdoti o laici, che desiderano avere a disposizione "qualcosa in più" per uno studio serio e non strettamente specialistico della Bibbia.

La Elledici ha sempre in catalogo un'altra Bibbia molto conosciuta, la "TILC"…

È la "Traduzione interconfessionale in lingua corrente" che abbiamo realizzato in collaborazione con l'Abu, l'Alleanza biblica universale. È, questa, una traduzione dall'ebraico e dal greco curata apposta per l'Italia dai nostri migliori biblisti, applicando i principi della TOB. Anche questa è ecumenica, e anche questa dispone i libri dell'Antico Testamento che precedono i libri deuterocanonici secondo l'ordine ebraico, con il Pentateuco seguito dai Profeti e poi dagli "Scritti". È un ordine diverso da quello ancora osservato, ad esempio, dalla Bibbia della Uelci, l'Unione degli editori e dei librai cattolici, che dopo la Torah presenta i Libri storici, i Libri sapienziali e i Libri profetici.


Per saperne di più

Autori Vari
Bibbia Tob. Nuova traduzione Cei. (La)
Elledici 2009
Autori Vari
Bibbia Tob. Nuova traduzione Cei. (La) (ed. ril.)
Elledici 2009

© Istituto Bernardi Semeria - Editrice Elledici P.I./C.F. 00070920053 - Tutti i diritti riservati • Privacy • Termini e condizioni
Il tuo Carrello
Utilizziamo i cookies per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle vostre scelte di navigazione in modo da offrirvi la migliore esperienza sul nostro sito. Inoltre ci riserviamo di utilizzare cookies di parti terze. Per saperne di più consulta la nostra Cookie Policy. Continuando a navigare sul sito, l'utente accetta di utilizzare i cookies.
OK
Il tuo Carrello